cosa c’è dentro

legenda
il kit contiene tutti gli elementi costitutivi della futura chitarra, ad esclusione degli attrezzi e dei materiali di consumo (colle, vernici, ecc.). Vi descrivo i vari componenti aiutandomi con la figura e i numeretti. Approfitto di questa pagina anche per iniziare a esaminare i problemi costruttivi e le varie fasi.

1manico, zocchetti, veneer per la paletta, meccaniche: il manico è già tagliato a misura per un diapason di 650 mm, la paletta è già intagliata e forata per il passaggio di corde e meccaniche, e i zocchetti, uno piatto per il fondo e uno a coda di rondine per il manico, sono già a misura. Le meccaniche sono di livello medio basso ma sufficienti per il nostro primo lavoro.
Rispetto ad una autocostruzione completa abbiamo risparmiato le fasi di taglio e incollatura del manico e della paletta e l’intaglio della coda di rondine per fissare il manico al corpo della chitarra. Capite bene che il risparmio di tempo è notevole, così come cala moltissimo il rischio di sbagliare e buttar via materiali e pezzi quasi finiti.

2tastiera e ponticello: la tastiera è pronta per un diapason da 650 mmm, già rastremata (da x mm al capotasto a xx mm al ponticello) e, soprattutto, già tagliata per i tasti. Poichè questo viene fatto con macchine a controllo numerico, possiamo star tranquilli che le distanze tra i tasti siano corrette. Il ponticello è già sagomato e lucidato. Purtroppo capotasto e ossicino del ponte sono in plastica, ma dopo un primo esperimento si può passare a costruirli da sè senza grandi rischi nè spese preoccupanti. Il kit contiene anche tasti sufficienti per consentirci anche qualche errore (pochi).

3fasce, backstrip, linings: le fasce laterali delimitano il corpo della chitarra e vanno piegate. Col kit in questione arrivano già piegate e questo è un bel vantaggio, visto che non si deve acquistare l’attrezzo necessario a piegarle col calore nè si rischia di romperle e buttarle via. Linings è il nome che si da a quelle strisce (di plastica o legno, nel kit sono di plastica) che decorano i bordi del corpo della chitarra e aiutano a nascondere i difetti di incollaggio e taglio o piccole imperfezioni che si verificano nella giunzione. Si chiama backstrip (striscia posteriore) una striscetta di legno più o meno ornato che copre la mezzeria esterna del fondo della chitarra.

4 – Legni interni: sono le catene, le controfasce, i rinforzi. Sono fondamentali ai fini strutturali della costruzione: le catene non solo rinforzano le tavole del fondo e del piano armonico, ma su quest’ultimo servono a distribuire il suono e trasmettere vibrazioni sonore alla tavola armonica. Le controfasce, intagliate a kerfing, servono a irrobustire la giunzione tra piano armonico e fasce laterali e tra fondo e fasce laterali. Sono intagliate per poter seguire le curve del corpo della chitarra e con questo kit arrivano già piegate approssimativamente. I vari rinforzi sono listelli di diverse essenze e misure da posizionare nei punti strategici dove gli sforzi meccanici potrebbero danneggiare lo strumento (ad esempio sul piano armonico intorno alla buca e sul fondo lungo la mezzeria).

5 Piano armonico e fondo: non sto a spiegarvi cosa sono, ma preciso soltanto che arrivano già bookmatched, cioè costituiti ciascuno da due tavole in cui la venatura è simmetrica in quanto ottenuta con un taglio particolare e incollate di testa lungo la mezzeria, cosa che per un principiante senza i necessari attrezzi non è facilissima. Arrivano inoltre già tagliate, seppur grossolanamente, per cui basterà rifinire il taglio, e la tavola armonica ha già la rosetta incollata nella sua sede, che non è facilissima da ottenere con la fresatrice.



(Visited 5.740 times, 1 visits today)

4 thoughts on “cosa c’è dentro

  1. antotru

    Nel kit che ho acquistato dalla Madinter c’è una sbaretta di metallo che presumo vada inserita nel manico,ma la scanalatura che hanno preparato assolutamente non ne vuole sapere di riceverla, sto sbagliando qualcosa? molte grazie per l’eventuale risposta e buona serata.

    • admin Autore articolo

      Sicuramente è un kit diverso da quello di cui parlo io, quindi mi farebbe comodo vedere una foto dell’insieme e del pezzo in questione.
      Se mi mandi le foto alla mail
      liutaiofaidate@gmail.com
      controllo e poi, nel caso, le pubblico io nel tuo commento.
      Ciao

  2. admin Autore articolo

    Prima considerazione: le fasce e il fondo sono di compensato (quindi economici) di mogano, mentre il piano armonico

Lascia un commento